fbpx

Acne neonatale, sintomi e cure

Acne neonatale, sintomi e cure

Acne neonatale, sintomi e cure

Acne neonato, un disturbo diffuso, vediamo insieme alla dermatologa, Dottoressa Virginia Silvestro, come dovrebbe essere la pelle sana del neonato e come invece si manifestano eventuali disturbi, quali sono i sintomi dell’acne neonatale e come si cura, quali potrebbero essere altri sintomi e a cosa si dovrebbe prestare attenzione.

Come dovrebbe essere la pelle del neonato?

La pelle del neonato è in genere  morbida e liscia al tatto. Si presenta uniforme e senza arrossamenti o irritazioni evidenti. La sua colorazione può variare ovviamente a seconda dell’etnia. Inoltre, la pelle del neonato sana è generalmente ben idratata e non presenta secchezza e desquamazione eccessive. Rientra nella normalità che alcuni neonati abbiano la pelle leggermente secca nei primi giorni dopo la nascita, condizione che tende a migliorare con il tempo. Infine, è importante notare che la pelle del neonato è più sensibile  e reattiva a sostanze irritanti o aggressive. Pertanto, è consigliabile utilizzare prodotti delicati e specifici per l’igiene di essa, evitando l’uso di prodotti profumati.

Riassumiamo le caratteristiche della pelle neonatale:

  1. Morbidezza: La pelle del neonato dovrebbe essere delicata al tatto e non presentare aree secche o ruvide.
  2. Colore uniforme: Il colore della pelle di un neonato di etnia latina può variare da un rosa pallido a un leggero tono di giallo, noto come  ittero fisiologico ( dovuto essenzialmente a un aumentato carico di bilirubina al fegato e quindi a un ritardo del fegato nell’eliminare la stessa, causa immaturità delle vie metaboliche deputate al suo smaltimento ) che è comune nei primi giorni di vita. Tuttavia, il colore della pelle dovrebbe essere uniforme senza aree di rossore eccessivo e ovviamente segue le caratteristiche etniche dei genitori .
  3. Idratazione: La pelle dovrebbe essere leggermente umida, indicando una buona idratazione. La disidratazione può causare secchezza e screpolature della pelle.
  4. Assenza di eruzioni cutanee gravi: Alcuni neonati possono avere piccoli brufoli o puntini rossi, noti come miliaria o puntini di calore, che sono comuni e di solito scompaiono da soli. Tuttavia, eruzioni cutanee gravi, eczemi estesi o altri sintomi dermatologici potrebbero indicare una condizione che richiede l’attenzione di un medico.
  5. Mani e piedi ben formati: Le mani e i piedi del neonato dovrebbero essere ben formati, senza gonfiori o anomalie evidenti.
  6. Assenza di prurito e irritazione eccessiva: La pelle sana del neonato di solito non è soggetta a prurito e irritazione eccessiva. Se il bambino sembra agitato o irritabile a causa di un problema cutaneo, potrebbe essere necessario consultare un medico.
neonati brufoli

Come si distingue l’acne del neonato da altri sintomi?

L’acne neonatale è una condizione comune della pelle che colpisce i neonati nei primi mesi di vita. Può essere confusa con altre eruzioni cutanee o condizioni dermatologiche. La distinzione dell’acne neonatale da altri sintomi può essere fatta attraverso alcune caratteristiche specifiche. Ecco alcuni punti utili per riconoscere l’acne neonatale:

  1. Età del neonato: L’acne neonatale di solito si manifesta nelle prime settimane o mesi di vita del bambino. Se noti la comparsa di piccoli puntini rossi e bianchi sul viso del tuo neonato in questo periodo, potrebbe essere acne neonatale.
  2. Posizione dei puntini: L’acne neonatale tende a comparire principalmente sul viso del bambino, in particolare intorno al naso, alle guance e alla fronte. Altri sintomi che si manifestano in altre parti del corpo potrebbero essere indicativi di un’altra condizione.
  3. Aspetto dei puntini: I puntini dell’acne neonatale sono di solito piccoli, rossi o bianchi, e possono assomigliare a piccoli brufoli. Tuttavia, è importante notare che non dovrebbero essere accompagnati da pus .
  4. Evoluzione nel tempo: L’acne neonatale tende a risolversi da sola nel corso di settimane o mesi. Se noti che i puntini iniziano a scomparire o a diminuire gradualmente, è probabile che si tratti di acne neonatale.

Brufoli neonato, come si riconoscono da un altro tipo di esantema?

I  “brufoli fisiologici” si riferiscono comunemente all’acne neonatale, una condizione della pelle che può manifestarsi nei neonati nei primi mesi di vita. È importante distinguere l’acne neonatale da altri tipi di esantemi o eruzioni cutanee. Essa  di solito si presenta con piccoli brufoli rossi o bianchi che possono apparire come bollicine sul viso del neonato, in particolare sulle guance e sulla fronte.

Questi brufoli possono assomigliare all’acne adolescenziale. Altri tipi di esantemi possono avere aspetti diversi, come macchie rosse, vescicole o pustole. L’acne neonatale tende a concentrarsi sulla parte superiore del corpo, in particolare sul viso. Altre manifestazioni possono avere una distribuzione diversa, ad esempio sul tronco, sulle braccia o sulle gambe.

Di solito non crea sintomi gravi come prurito, dolore o febbre. Altri tipi di esantemi possono essere associati a sintomi più gravi o fastidiosi. L’acne neonatale di solito scompare spontaneamente nel corso delle prime settimane o mesi di vita del neonato. Altri esantemi possono avere una durata diversa e potrebbero richiedere un trattamento specifico.

Questa eruzione cutanea di solito non altera in modo significativo la consistenza della pelle, mentre altri tipi di esantemi potrebbero causare secchezza  e desquamazione .

acne infantile

Quali sono i rimedi utilizzati per l’acne neonatale?

L’acne neonatale di solito è una condizione temporanea che scompare spontaneamente nel corso delle prime settimane o mesi di vita del neonato. In genere, non richiede trattamenti specifici, ma ci sono pratiche e rimedi  utili per gestire l’acne neonatale:

  1. Pulizia delicata: Lavare delicatamente il viso del neonato con acqua tiepida e un sapone non sapone come latte alla crusca di riso, può aiutare a rimuovere l’eccesso di olio e impurità dalla pelle. Evitare l’uso di saponi forti o detergenti aggressivi.
  2. Asciugatura delicata: Dopo il lavaggio, asciuga delicatamente la pelle del neonato tamponando con un asciugamano morbido meglio se di cotone o lino. Evita di strofinare eccessivamente la pelle per evitare irritazioni.
  3. Evitare prodotti aggressivi: Evita l’uso di creme, lozioni o olii che potrebbero ostruire i pori della pelle del neonato. Opta per prodotti delicati e non comedogenici.
  4. Usare vestiti morbidi e traspiranti: Assicurati che i vestiti del neonato siano morbidi e traspiranti. Evita tessuti sintetici che potrebbero irritare la pelle.
  5. Evitare manipolazioni eccessive: Resistere alla tentazione di schiacciare o spremere i brufoli del neonato. Questo potrebbe irritare ulteriormente la pelle e aumentare il rischio di infezioni.

Quali altri segnali di attenzione dobbiamo valutare nella pelle del neonato?

Oltre all’acne neonatale, ci sono diversi segnali di allarme che i genitori dovrebbero valutare sulla pelle del neonati, essi includono:

  1. Eruzioni cutanee persistenti o gravi: Se il neonato presenta eruzioni cutanee che persistono per un periodo prolungato o sono accompagnate da sintomi come prurito, gonfiore o rossore intenso, è consigliabile consultare un medico.
  2. Cambiamenti improvvisi di colore della pelle: Se noti cambiamenti improvvisi nel colore della pelle del neonato, come pallore eccessivo o colorazione bluastra (cianosi), potrebbe indicare problemi di ossigenazione e richiede un’attenzione immediata.
  3. Secchezza e desquamazione eccessive: La pelle del neonato dovrebbe essere morbida e idratata. Secchezza e desquamazione eccessive potrebbero indicare una condizione come la dermatite atopica o altre forme di eczema.
  4. Presenza di bolle o vesciche: Bolle o vesciche sulla pelle possono indicare condizioni come l’eczema bolloso, l’herpes neonatale o altre infezioni cutanee che richiedono l’attenzione del medico.
  5. Sanguinamento o essudazioni di liquidi: Se noti sangue o liquido provenire dalla pelle del neonato, è importante consultare immediatamente un medico, poiché potrebbe indicare un’infezione o una condizione più seria,  postuma a grattamento prolungato.
  6. Gonfiore o arrossamento eccessivo: Il gonfiore e l’arrossamento eccessivi possono essere segnali di infezione o infiammazione. Presta attenzione a qualsiasi area del corpo del neonato che sembra gonfia o particolarmente arrossata.
  7. Lesioni o escoriazioni insolite: Lesioni o escoriazioni che sembrano insolite o che non guariscono possono richiedere l’attenzione del medico.
  8. Ittero persistente: Fisiologico e comune nei primi giorni di vita, ma se persiste o peggiora, potrebbe essere necessaria una valutazione medica.
  9. Febbre: Se il neonato presenta febbre in presenza di eruzioni cutanee è importante contattare immediatamente il pediatra, poiché  richiede una valutazione immediata.
prodotti da utilizzare

Alcune indicazioni di caratteristiche di prodotti da utilizzare o da evitare

Quando si tratta di scegliere prodotti per la cura della pelle di un neonato con acne infantile, è importante optare per prodotti delicati e privi di ingredienti aggressivi che potrebbero irritare la pelle sensibile del bambino. Ecco alcune indicazioni per la scelta dei prodotti:

Prodotti da utilizzare:

  1. Detergenti delicati: scegli detergenti delicati senza profumi aggiunti e formulazioni ipoallergeniche. I detergenti specifici per neonati sono assolutamente una buona scelta.
  2. Sapone neutro: usa sapone neutro e delicato per la pelle. Evita saponi troppo profumati o con agenti aggressivi che potrebbero irritare la pelle.
  3. Creme idratanti leggere: se necessario, usa creme idratanti leggere e non comedogene. Cerca creme specifiche per neonati con pochi ingredienti e senza profumi aggiunti.
  4. Bagni tiepidi: i bagni tiepidi possono essere benefici per la pelle del neonato. Usa solo acqua o aggiungi una piccola quantità di detergente delicato.

Prodotti da evitare:

  1. Prodotti con profumi: evita prodotti che contengono profumi aggiunti, che possono essere irritanti per la pelle delicata del neonato.
  2. Saponi aggressivi: evita saponi aggressivi o detergenti che contengono ingredienti forti. La pelle del neonato è sensibile e può reagire negativamente a sostanze irritanti.
  3. Prodotti comedogeni: evita prodotti per la pelle che contengono ingredienti comedogeni, come oli pesanti, che potrebbero ostruire i pori e contribuire alla formazione di acne.
  4. Prodotti contenenti alcol: Evita prodotti che contengono alcol, poiché questo può essere troppo aggressivo e seccare eccessivamente la pelle del neonato.
  5. Creme contenenti corticosteroidi: evita l’uso di creme contenenti corticosteroidi senza la supervisione di un medico, poiché possono avere effetti collaterali indesiderati sulla pelle del neonato.

In generale, è consigliabile leggere attentamente le etichette dei prodotti, cercando quelli appositamente formulati per neonati e con ingredienti minimali.

Se hai dubbi o preoccupazioni è sempre meglio consultare un pediatra e/o un dermatologo prima di utilizzare nuovi prodotti. Per ottenere consigli personalizzati sul tuo bambino puoi prenotare un video consulto pediatrico o un video consulto dermatologico direttamente dalla piattaforma di SOSPEDIATRA 

Prenota un video consulto dermatologico con la dottoressa Virginia Silvestro

SCARICA SOSPEDIATRA

Trova subito un pediatra privato vicino a te per una visita a domicilio.

IOS ANDROID
Icona 1

PEDIATRA ONLINE

Icona 2

PEDIATRA A DOMICILIO

Icona 3

VIDEO CORSI