fbpx

Anafilassi

Anafilassi

Anafilassi

CHE COS’È L’ANAFILASSI?

L’anafilassi è una reazione allergica che si sviluppa rapidamente e può interessare tutto l’organismo. Essa rappresenta un pericolo per la vita, per cui rappresenta sempre un’emergenza medica e necessita dell’intervento del pronto soccorso.
La sua manifestazione può interessare tutto l’organismo, e può essere immediata (da pochi secondi o minuti dal contatto con l’allergene) o, più frequentemente, entro i 30 minuti dal contatto.
La reazione può essere indotta da un’allergia nota ad alimenti (latte, uova, pesce, arachidi, noce americana, crostacei), farmaci (penicillina), o punture di imenotteri (api, vespe, calabroni) oppure, in altri casi, può essere innescata da un allergene non identificato.
In alcuni casi una reazione di anafilassi avviene non al momento del contatto con l’allergene, ad esempio un allergene alimentare, ma solo se viene esercitato uno sforzo (come durante l’attività fisica) dopo la sua assunzione.

La sua portata è grave, in alcuni casi addirittura fatale, ed il farmaco salvavita è l’adrenalina, che dovrà avere un ruolo centrale nel trattamento acuto dell’anafilassi.

SINTOMI

I sintomi dell’anafilassi sono molto variabili e comprendono:
– orticaria (comparsa di pomfi di colore rosso sul corpo);
– rinite, tosse;
– gonfiore delle labbra o della lingua;
– difficoltà a respirare e a parlare;
– variazione del timbro della voce;
– dolore addominale, diarrea, vomito;
– senso d’ansia, vertigine, confusione.

COSA FARE IN CASO DI ANAFILASSI?

Se si sospetta anafilassi bisogna immediatamente chiamare i soccorsi, posizionare il bambino seduto (se ci sono difficoltà respiratorie) o sdraiato in posizione supina, con le gambe sollevate.
Qualora ci siano già stati episodi di anafilassi in passato e quindi sia già nota la procedura da effettuare, bisogna somministrare il prima possibile l’adrenalina in autoiniettore.
I genitori di bambini che abbiano sofferto di anafilassi devono sempre portare con loro una di queste fiale.

IN QUALI CASI È CONSIGLIATA LA VISITA DEL PEDIATRA?

L’anafilassi è un’emergenza medica, per cui richiede la valutazione immediata al pronto soccorso. Successivamente l’inquadramento della patologia sarà a carico di un allergologo.

MITI DA SFATARE

  • Per la gestione dello shock anafilattico in acuto non sono sufficienti antistaminico o cortisonici: il farmaco salvavita è l’adrenalina intramuscolo.
  • Non è vero che l’anafilassi si manifesta sempre con sintomi cutanei, nel 10% dei casi essa non si manifesta con sintomi manifestati a livello dermatologico.
  • L’anafilassi non è sempre dovuta ad un allergene identificabile, esistono casi in cui l’anafilassi è idiopatica.
  • E’ falsa la credenza secondo la quale chi è affetto da asma ha una probabilità inferiore di incorrere in anafilassi.

SCARICA SOSPEDIATRA

Trova subito un pediatra privato vicino a te per una visita a domicilio.

IOS ANDROID
Icona 1

PEDIATRA ONLINE

Icona 2

PEDIATRA A DOMICILIO

Icona 3

VIDEO CORSI