fbpx

Sesta malattia

Sesta malattia

Sesta malattia

CHE COS’È LA SESTA MALATTIA?

E’ una malattia esantematica infettiva virale provocata dall’Herpes virus umano 6 (HHV6), che si riscontra nei bambini soprattutto nella fascia d’età tra 6 mesi e 2 anni e si trasmette attraverso le vie aeree, tramite le goccioline di saliva diffuse con colpi di tosse, starnuti o semplicemente mentre una persona infetta parla.

Si diffonde maggiormente in primavera ed in autunno.

I principali sintomi della sesta malattia sono:
– Febbre alta (anche 39°-40°)
– Mal di gola e mal d’orecchio
– Diarrea
Nonostante i sintomi di solito il bambino è attivo, tranquillo e vivace.

L’incubazione può durare dagli 8 ai 14 giorni e la malattia non si ripete.

L’esantema si manifesta dopo 3-5 giorni dalla comparsa della febbre. E’ caratterizzato da macchioline rosa chiaro leggermente in rilievo, che si manifestano inizialmente nella zona del collo e del tronco, e poi si diffondono su viso, gambe e braccia.

La durata dell’esantema è di 24-48 ore e la malattia si risolve in genere spontaneamente.

COSA È CONSIGLIATO FARE IN CASO DI SESTA MALATTIA?

Si può somministrare paracetamolo.
E’ consigliabile prestare attenzione all’idratazione, offrendo spesso acqua, camomilla o tisane.
Se il bambino ha mal di gola e fatica a mangiare gli si possono presentare cibi freschi e morbidi che potranno dargli sollievo.
L’esantema non provoca alcun prurito, per cui non servono cure specifiche.

IN QUALI CASI È CONSIGLIATA LA VISITA DEL PEDIATRA?

La sesta malattia non può essere diagnosticata se non nel momento in cui compare il tipico esantema.
Si consiglia comunque di far visitare il bambino per escludere altre cause di febbre:
– se ha meno di un anno
– Se la febbre non scende con il paracetamolo e dura più di 3 giorni
– Se il bambino è molto irritabile

MITI DA SFATARE

Si sconsiglia di utilizzare i “rimedi della nonna” quali spugnature fredde, frizioni con alcol, borse del ghiaccio.
Non è consigliato dare al bambino paracetamolo e ibuprofene alternati.
L’entità della febbre non è sempre collegata alla gravità dell’infezione.
Il mal di testa collegato al rialzo della febbre non deve essere immediatamente associato a meningite, esso può rientrare nel quadro della malattia.

SCARICA SOSPEDIATRA

Trova subito un pediatra privato vicino a te per una visita a domicilio.

IOS ANDROID
Icona 1

PEDIATRA ONLINE

Icona 2

PEDIATRA A DOMICILIO

Icona 3

VIDEO CORSI