fbpx

Come far dormire il neonato con l’aiuto della naturopatia

Come far dormire il neonato con l’aiuto della naturopatia

Come far dormire il neonato con l’aiuto della naturopatia

I consigli per far dormire il neonato con i consigli della dottoressa Luigia Soldano, Naturopata. 

Ancor prima che il bambino nasca, la preoccupazione di molti genitori è “Speriamo ci faccia dormire”. 

Dormire è una delle esigenze basilari, come quella di respirare, nutrirsi e molti genitori quando il bambino non dorme di notte, ricercano la causa prettamente in un disturbo del sonno o definendo il bambino iperattivo, senza porsi ulteriori domande.

Quanto dovrebbe dormire il neonato? 

Ovviamente ogni bambino dorme, altrimenti non sopravvivrebbe, solo che sono molti i fattori da tenere in considerazione che influenzeranno, più o meno, il suo modo di dormire.
La Naturopatia valuta l’essere umano come un tutt’uno tra corpo mente e spirito, per cui indagare sulle cause del perché il bambino non dorme o si sveglia spesso, diventa per me l’obiettivo per rendere il momento della nanna un momento sereno per i genitori, ma soprattutto per il bambino stesso. In primis è da tenere sicuramente in considerazione che il sonno infantile è molto diverso in quantità e in qualità da quello degli adulti.

Come deve dormire un neonato?

Come Naturopata consiglio di vivere il momento della nanna in maniera molto naturale e serena.

Nei miei consulti cerco di indagare sul tipo di attaccamento che il neonato (o il bambino) ha con la propria mamma, questo perché ci sono bambini che sentono di più la necessità del contatto, per cui si addormenteranno più facilmente in braccio, o nel marsupio, per placare la propria ansia o bisogno di controllo e poi ci sono neonati più indipendenti che invece dormiranno tranquilli nella loro culletta. Altri si svegliano spesso perché soffrono di colichette, reflusso o stipsi e non riescono ad avere un buon riposo, diventando sempre più nervosi se il proprio bisogno non viene compreso.

I consigli per far addormentare il neonato

Se il neonato non dorme, è importante indagare diversi aspetti, per agevolare la mamma nelle abitudini e fare in modo di risolvere la problematica definitivamente.
Non esiste una vera e propria regola su come far dormire il neonato, assecondare le sue necessità pensando alla sua tranquillità è la base per garantirgli il giusto riposo.

Qual è la posizione più corretta per far addormentare il neonato?

La posizione più indicata per far dormire il neonato è quella supina, anche in caso il bambino soffra di reflusso.

Un altro aspetto importante da tenere in considerazione per un buon sonno del neonato è che il materassino sia specifico per accogliere il neonato, mentre nei primi mesi di vita il cuscino non è necessario.

Perché il bambino è agitato la sera?

Tutti i bambini appena nati, infatti, hanno bisogno del contatto e di rassicurazione, quando piangono è per attirare l’attenzione dei genitori, per esprimere un bisogno e non per capriccio, come spesso si tende a pensare erroneamente. Per questo motivo, la sera, la sistemazione migliore per far dormire il neonato è quella in cui dorme tutta la famiglia, poiché lì ci sono gli odori di mamma e papà, lì c’è tutto ciò di cui ha bisogno per sentirsi tranquillo.

In molte culture è normale che il bambino dorma con i genitori, riducendo così anche i rischi di SIDS.

Neonato e risvegli notturni. Quando smette di svegliarsi la notte il neonato?

È fisiologico che i bambini neonati abbiano risvegli notturni per la poppata e per essere cambiati, basta pensare che quando un bambino nasce, i suoi ritmi sono strettamente sincronizzati con quelli della mamma e così continueranno ad essere se continueranno a dormire vicini nei mesi successivi, maggiormente se il bambino sarà allattato al seno.

Dopo i 3 mesi invece, è bene creare una vera e propria routine per la nanna, in maniera tale che il bambino percepisca questo momento come un rito sicuro e non di separazione o di abbandono. Io solitamente consiglio alcuni rimedi naturali specifici per offrire un valido supporto alla mamma e al bambino in questo percorso di completa evoluzione e cambiamenti.

A seconda della situazione possono essere utili anche alcuni rimedi da tenere in ambiente, o da indossare, che aiutino il bambino a ritrovare il proprio equilibrio. Sono tutti rimedi naturali che vengono scelti da me e dai professionisti come me, in base al tipo di disequilibrio su cui lavorare.

È utile offrire la camomilla per far addormentare il neonato? 

La camomilla non è da prendere in considerazione nei primi sei mesi di vita del bambino per conciliare il suo sonno, mentre successivamente la si può utilizzare sotto stretto consiglio del professionista, onde evitare reazioni avverse.

Come può essere utile la naturopatia per migliorare il sonno del bambino (e quello dei genitori)?

Come Naturopata Pediatrica insegno ai genitori ad interpretare le esigenze del proprio bambino, insegnando loro a rispondere in maniera serena e pronta ai suoi bisogni, sia di giorno che di notte e sin da subito, che non significa viziarlo, ma aiutarlo a fortificare la sua autostima e la sua fiducia negli altri, anche in età adulta e a garantirgli una buona salute psico-fisica  grazie ai rimedi naturali.

Per ogni singolo caso ci sono aspetti specifici da approfondire e non si può offrire nessun rimedio senza aver valutato a fondo la situazione, per cui è consigliabile effettuare un consulto personalizzato. 

Con L’app SOSPEDIATRA è possibile prenotare una video consulenza con la naturopata Luigia Soldano: scegli ora l’orario e il giorno da te preferito ed effettua il consulto direttamente da casa.

SCARICA GRATIS L’APP SOSPEDIATRA

SCARICA SOSPEDIATRA

Trova subito un pediatra privato vicino a te per una visita a domicilio.

IOS ANDROID
Icona 1

PEDIATRA ONLINE

Icona 2

PEDIATRA A DOMICILIO

Icona 3

VIDEO CORSI