fbpx

Trauma arti inferiori e superiori

Trauma arti inferiori e superiori

Trauma arti inferiori e superiori

CHE COSA SONO I TRAUMI DEGLI ARTI INFERIORI E SUPERIORI?

Nella maggior parte dei casi i traumi agli arti sono dovuti ad una caduta del bambino, mentre gioca o fa sport.
A volte il trauma ad un arto non ha conseguenze immediate, sarà necessario controllare lo stato di salute del bambino per capire se ci possano essere sintomi e segni dopo il trauma.
E’ infatti possibile che il bambino riprenda il gioco o l’attività subito dopo il trauma, senza mostrare dolore o limitazioni collegate, ma che i sintomi e gli effetti si manifestino a distanza anche di un paio di giorni.
Talvolta la conseguenza di un trauma può essere una frattura, e questo caso sarà necessario ricorrere ad una visita medica e alle relative cure.

Altre conseguenze possono essere:
– Contusione della pelle (ecchimosi)
– Contusioni del muscolo o dell’osso: il muscolo e l’osso non vengono lesi o danneggiati, ma può formarsi un ematoma interno che tenderà a riassorbirsi con il tempo.
– Ferite superficiali o profonde
– Contratture, stiramenti del muscolo o strappi muscolari: lesioni del muscolo, più o meno importanti.
– Distorsioni: si hanno quando le ossa vengono “distorte” provocando uno stiramento e talvolta una rottura dei legamenti
– Lussazioni (quando l’osso dell’arto fuoriesce dalla sua sede nell’articolazione)

COSA È CONSIGLIATO FARE IN CASO DI TRAUMA AGLI ARTI?

Rimuovere immediatamente gli abiti che coprono la zona interessata dal trauma, anche anelli, braccialetti, orologi se presenti.

Applicare ghiaccio nella zona colpita, sempre ricordandosi di non applicarlo direttamente, ma frapponendo un panno, un asciugamano o gli stessi abiti del bambino tra il ghiaccio e la zona interessata dal trauma.

In caso di contusioni (del muscolo o dell’osso) sarà opportuno applicare ghiaccio per 20-30 minuti 4 – 5 volte al giorno e somministrare paracetamolo se il bambino ha dolore. Sarà altresì opportuno mantenere l’arto a riposo.

Mantenere il corpo nella posizione in cui si trova dopo il trauma. Se l’arto è deviato, in caso di frattura o lussazione, non si deve cercare in alcun modo di riallinearlo o spostarlo, si dovrà invece cercare di immobilizzarlo se si hanno a disposizione presidi di immobilizzazione, o attendere il soccorso. Si può somministrare un analgesico per alleviare il dolore.

IN QUALI CASI È CONSIGLIATA LA VISITA DEL PEDIATRA?

E’ necessario chiamare immediatamente i soccorsi e non muovere il bambino se l’arto appare in qualche modo deviato, o se il trauma interessa la colonna vertebrale, e se un frammento osseo fuoriesce dalla cute. In questo caso è meglio non rimuoverlo, lavarlo o pulirlo, se appare sporco.

, se c’è edema, ecchimosi o dolore nella zona coinvolta e se ci sono difficoltà nel movimento.

E’ altresì necessario rivolgersi ad un medico se al momento del trauma si avverte un rumore simile a “schiocco” o “scroscio”.

MITI DA SFATARE

Non è vero che si deve evitare la somministrazione di analgesici per “rafforzare” il carattere del bambino o la soglia di sopportazione del dolore.

E’ invece consigliato offrire un analgesico ed evitare l’insorgere di meccanismi legati al dolore che possono rallentare la guarigione e rendere necessaria, in fase successiva, la somministrazione di farmaci più “pesanti”.

SCARICA SOSPEDIATRA

Trova subito un pediatra privato vicino a te per una visita a domicilio.

IOS ANDROID
Icona 1

PEDIATRA ONLINE

Icona 2

PEDIATRA A DOMICILIO

Icona 3

VIDEO CORSI