fbpx

Disturbi della crescita, l’aiuto dei fascicoli sanitari elettronici

Disturbi della crescita, l’aiuto dei fascicoli sanitari elettronici

Disturbi della crescita, l’aiuto dei fascicoli sanitari elettronici

Coinvolge il 3% dei bimbi. Si chiamano disturbi o disordini della crescita e sono un’alterazione del normale ritmo di sviluppo del bambino.

Il peso e la statura possono dare un’idea piuttosto precisa della normalità di sviluppo. Tuttavia, il concetto di crescita ‘normale’ ha dei margini ampi e viene definito rispetto a dati statistici raccolti su un gran numero di soggetti.

Tramite il Fascicolo Sanitario Digitale personale (FSDp) “Family Health” pensato da Biomedia come banca dati, protetta e riservata, dove archiviare tutti i documenti sanitari propri e della famiglia registrando gli eventi fisiologici e patologici, è possibile creare i “Bilanci di Salute”. Cioè è possibile tenere sotto controllo l’accrescimento del proprio figlio anche in modo autonomo, senza doversi recare necessariamente dal medico.

Registrandosi gratuitamente al sito familyhealth.it ed entrando nel proprio FSDp è possibile aggiungere le misurazioni della circonferenza cranica, del peso e dell’altezza e salvare il grafico che apparirà. È possibile condividere i grafici con il medico con un semplice click.

Uno strumento utile per monitorare la crescita costantemente. Basta tenere sott’occhio i parametri: dopo il parto, dalla prima settimana fino ai tre mesi, i neonati dovrebbero aumentare di circa 150-200 grammi a settimana. Il peso alla nascita, quindi, dovrebbe raddoppiare intorno ai cinque mesi di età e triplicare intorno al compimento del primo anno di vita.

I fattori patologici o fisiologici possono incidere sui ritardi della crescita ed è, quindi, importante la gestione del pediatra. Il suo ruolo è riconoscere se in questo rallentamento ci sono dei fattori patologici. Tra i marcatori genetici c’è l’altezza dei genitori, l’età in cui hanno avuto la maturazione puberale, ma possono esserci anche anomalie congenite, malformazioni, problemi nello sviluppo neuro-psico-motorio che possono associarsi ad una scarsa crescita.

Come specificato anche nell’area riservata del Fascicolo Sanitario Digitale personale, se la crescita è inferiore al terzo percentile, è fondamentale sottoporre il bambino a una valutazione dell’età ossea. Una radiografia che coinvolge palmo della mano e polso sinistri, in grado di correlare l’età anagrafica con la velocità di sviluppo dei nuclei di ossificazione. Un esame che fornisce un dato oggettivo per capire se il bambino ha un rallentamento reale del processo di crescita. La compromissione dell’età ossea assieme ad una statura patologica suggeriscono indagini più approfondite per valutare la causa del ritardo.

Per tenere sotto controllo la crescita del proprio figlio, quindi, tramite il Fascicolo Sanitario Digitale personale (FSDp) di “Family Health” è possibile inserire i valori dei diversi parametri, tenendo traccia della data e quindi dell’età del bambino verificandoli immediatamente rispetto ai percentili di crescita. I “Bilanci di Salute” sono sempre a “portata di mano”. I grafici propongono solo la visualizzazione dei dati e nessuna interpretazione degli stessi, che sarà comunque cura del pediatra.

Approfondimenti

Istituto Auxologico Italiano

https://www.auxologico.it/centro-disordini-crescita-puberta

Cosa sono i fascicoli sanitari

http://magazine.familyhealth.it/2018/07/16/fascicoli-sanitari-elettronici-contributo-nella-gestione-della-salute/

SCARICA SOSPEDIATRA

Trova subito un pediatra privato vicino a te per una visita a domicilio.

IOS ANDROID
Icona 1

PEDIATRA ONLINE

Icona 2

PEDIATRA A DOMICILIO

Icona 3

VIDEO CORSI